le associazioni mnemoniche

Se hai già letto la storia delle tecniche di memoria, avrai capito che le associazioni mnemoniche, sono alla base di tutte le tecniche mnemoniche.

Qualsiasi cosa ricordiamo è in qualche modo associata, collegata a qualcos’altro.

Dove hai parcheggiato l’auto?
L’ho lasciata vicino all’edicola!

Guarda quella nuvola, sembra un elefante! .. e quell’altra sembra un tapiro! Quella poi sembra l’amica di tua sorella!

Nello studio, le cose non sono affatto diverse.
I bambini che si sono emozionati guardando Jurassic Park, imparano facilmente le ere storiche ed i nomi dei dinosauri che vi vivevano. Da qui, ad ampliare la conoscenza, collegando la formazione dei continenti, i vari insediamenti che divennero città il passo è breve e tutto è nato per delle associazioni.

A volte si ama una materia perché l’insegnante riusciva a spiegarla in modo interessante ed abbiamo creato un’associazione emotiva che, pur se ampliata, approfondita negli anni, dovendo pensare a come sia nato l’interesse, torna subito in mente quel determinato insegnante.

La memoria, la base della memoria è indubbiamente associativa.
Qualsiasi cosa dobbiamo ricordare, vogliamo ricordare, dobbiamo avere una base a cui collegarla, altrimenti diviene impossibile. E’ come lanciare una bottiglia nel mare. Dopo un poco, se non hai un filo che la collega, l’avrai bella e che persa.

Inoltre.
A che serve ricordare il numero del Pi greco fino alla 30ma cifra? Eppure qualcuno lo ricorda, perché lo ha reputato interessante, perché nel suo bagaglio di informazioni c’era qualcosa che rendeva interessante il conoscerne quelle prime 30 cifre!
Abbiamo tantissimi altri esempi. Come le persone che ricordano facilmente, a memoria, la Divina Commedia!
Io l’ho letta, ma anche se trasmette molte immagini, non ho motivi per ricordarla al pari di altre persone interessate!

Le tecniche di memoria hanno lo scopo di creare quelle associazioni indispensabili al ricordo.
Se devi ricordare le prime 30 cifre del Pi greco, c’è una soluzione di base, associativa!
Se devi ricordare a memoria la Divina Commedia, avremo altre associazioni che hanno lo scopo di collegarla a qualcosa che ti interessa ed in questo modo, ricordarla nel tempo!

Il nostro cervello, per fare di un’informazione un ricordo duraturo nel tempo, utilizza i sensi e le emozioni collegando il tutto.
Una cosa che non interessa non emoziona e non viene ricordata!

Tutte le tecniche di memoria ed i metodi di studio, nascono dalle associazioni mnemoniche.
Associare le informazioni, in modo semplice o complesso è l’unico metodo che abbiamo per ricordare … anche se consciamente credi di non aver mai usato le tecniche di memoria, hai comunque, sempre, associato mentalmente per ricordare, e quando non lo hai fatto … hai dimenticato la lezione e preso un brutto voto!