Lingue straniere e le parole complesse

Il sogno di tanti è di imparare una lingua straniera senza faticare troppo!

Imparare una lingua straniera con le tecniche di memoria è abbastanza semplice ma richiede un percorso costante e lungo.

Parti dal concetto che imparare a memoria una lingua, con tutte le sue sfumature, ti porterà ad essere più vicino al traduttore di google che ad un essere umano!
Ma se anche il traduttore ha raggiunto ottimi livelli, vuol dire che anche tu potresti ottenere lo stesso risultato!

Il procedimento è lo stesso usato dal traduttore:
– ad ogni parola della tua lingua, corrisponde una parola nella lingua che vuoi imparare.-

Quindi tutto ciò che devi fare è memorizzare, usando le associazioni mnemoniche. con le quali unire la parola ed il suo significato nella tua lingua … ok te lo spiego in modo più semplice.

Dove si appoggiano le farfalle in Spagna, quando sono stanche?
Ma sul “mare“, dove altrimenti?
In effetti, in Spagna, le farfalle le chiamano “mariposa“, perché si – posano sul mare -!

Se pensi che sia un procedimento lungo, per ricordare una lingua, dovresti pensare al fatto che un qualsiasi bambino impiega almeno 4 anni per imparare a parlare fluentemente la sua lingua madre e non parte di certo dai verbi, come accade nelle nostre scuole!

Tutti abbiamo studiato una lingua, solitamente l’inglese, dalle elementari alle superiori ma solo una minima percentuale di studenti riesce a parlarlo fluentemente dopo 10 anni di studi!

Poi decidono di impararlo, vanno in un centro linguistico ed in 6 mesi riescono a farsi capire!

Oppure vanno 2 mesi in vacanza studio e tornano confondendo la lingua madre con la lingua che hanno parlato per mesi!

Imparare una lingua, come imparare una materia, richiede “necessità”.
A scuola, raramente ti fanno venire il desiderio di imparare l’inglese, ma prova a conoscere un bel ragazzo o una bella ragazza che parla solo inglese.

Tempo una settimana ed avrai risolto tutti i problemi di lingua.

Non parlerai come un lord inglese, ma di sicuro sarai in grado di farti capire meglio di Totò in gita a Milano!

noio volevam savuar, per andare dove dobbiamo andare, per dove dobbiamo andare?

Se invece non hai amici che parlano solo la loro lingua, quella che vorresti imparare, allora devi riuscire ad adattarti e giocare con una decina di associazioni al giorni, ti permetterà di avere un buon vocabolario in soli 2 mesi.

Voglio aggiungere una cosa.

A scuola, vengono insegnate le lingue straniere come se gli studenti dovessero insegnarle a loro volta, quindi prima ancora di iniziare a parlare, si studiano i verbi, i tempi, le varie desinenze!
Studiare per imparare veramente è diverso!
Si costruiscono le basi, come fanno i bambini ed i verbi, le forme, arrivano dopo, quando si è padroni delle parole!

Meglio dire “dove essere treno”, che gesticolare e dire “ciuf ciuf”.
In entrambe i casi ti avrebbero capito … mentre a scuola staresti ancora al “where is/where are!”

Usa la testa. un adulto cerca le soluzioni ai problemi!

Oops e le parole complesse?

Eritromicina? Una micina eritrea, cos’altro?
Pancreozimina-colecistichinina? Creo del pane con il volto mia zia mina, che è piena di cisti e le cura con il chinino femmina!

Ricordo il corso, nel quale uno studente chiese aiuto per memorizzare quest’ultima parola.
Ci provava da un mese, ma non riusciva a farsela entrare in testa! 5 minuti ed il gioco era fatto!

Il metodo è chiaramente identico a quello delle parole straniere, prendere una parola e giocare con il suo suono/fonema, associandolo il più possibile al significato originale.

Ricorda che la memoria è perfetta, quindi dopo aver memorizzato una parola complessa, il collegamento sarà quasi sempre automatico!

Che sia una lingua straniera o una parola complessa, tutto ciò che devi fare è giocare, ne più ne meno come farebbe un bambino.

Giocare, divertirsi ed imparare