Le parole chiave

Come studiare usando le parole chiave.

In teoria, tutti sanno cosa siano le parole chiave.
In pratica, le utilizzano spesso per se stessi ma molto raramente, ben pochi, le estrapolano dai loro testi di studio e le sfruttano per studiare al meglio.

Ti è mai capitato di dover andare a fare la spesa per tua madre?

Compra le uova,
Poi prendi i pomodori, la confezione di pachino in offerta
Una busta di insalata, quella grande.
Il latte

Di tutte le cose che ti ha indicato, hai preso un appunto:

  • Uova
  • Pomodori
  • Insalata
  • latte

Di uova nel supermercato in cui vai ce ne sono tanti tipi, ma tu prendi quelle che conosci, che solitamente vedi in casa! Non hai avuto bisogno di scriverlo. Serviva solo la parola chiave “uova” per ricordarti di prenderle, il resto lo ha fatto la tua testa, la tua memoria.
Insalata e latte stesso discorso, sapevi quale prendere!
I pomodori: potevi aver dei dubbi ma ti sono stati indicati con delle parole chiave che hai tenuto nella testa “pachino in offerta”. Sul tuo foglio di appunti hai scritto semplicemente pomodori!

Le parole chiave, sono questo: delle chiavi per accedere ad informazioni più complete!

Oppure ti avrebbe dato più sicurezza scrivere:

la mamma ha detto di andare a far la spesa nel supermercato all’angolo, per comprare, nell’ordine: 6 uova di marca “xy” al prezzo di €2,50. Poi, prendere una confezione di pomodori pachino, sono nella confezione trasparente. Il loro prezzo solitamente è di €4,70, ma ora sono in offerta a € ….

Sai vero, che nella maggior parte dei casi, quando si studia, si prendono appunti estesi?

Quando vai a fare la spesa, usi delle parole chiave, quando studi, leggi i concetti, come se la tua mente non fosse sufficientemente in grado di valutare quelle chiavi, come se fosse inaffidabile, tanto da dimenticarne i collegamenti!

Usando la calcolatrice, abbiamo perso manualità anche nei calcoli semplici.
Trattando noi stessi, la nostra capacità di recuperare le informazioni lette e studiate, come impossibile, pian piano gli daremo ragione!

Quando devi scrivere un testo, che sia una relazione o una tesi, hai nella mente o scritti su carta, i punti da toccare ed approfondire. Vale per te come per qualsiasi autore di libro.
Le parole chiavi, i punti chiave possono essere delle date, dei luoghi, degli oggetti e per tutti vige la regola della spesa: “scrivi una chiave e vi aggiungi le informazioni che conosci”.

Quindi?

Come studiare sfruttando le parole chiave invece di sottolineare interi paragrafi?

Dopo aver letto un paragrafo o una pagina, cerca quelle parole che vanno citate per forza, quelle parole che qualunque autore dovrebbe scrivere.
Possono essere delle date, dei nomi, dei paesi. … se trovo la scritta 1492, grazie alla conversione fonetica, riesco immediatamente a riconoscerla come la data della scoperta delle Americhe, a cui collego anche: Cristoforo Colombo, Caravelle Palos, Portogallo … per effettuare i collegamenti ho utilizzato la mia testa, i miei ricordi, il mio giudizio.
E’ chiaro che, se stessi studiando il codice civile, non si tratterebbe della scoperta dell’America ma degli “effetti della garanzia” (cod. 1492 “Effetti della garanzia”)
E’ il nostro cervello che lavora.

Se scrivi un riassunto, se scrivi l’intera descrizione di ciò che stai studiando, sarai portato a ripeterla nello stesso identico modo.
Se scrivi delle parole chiave, se le colleghi tra di loro, sarai costretto ad analizzarle, a descriverle utilizzando le tue conoscenze.
Ciò ti porterà ad utilizzare automaticamente quei collegamenti neurologici che ti riportano in mente la lezione in modo del tutto naturale!

Chiaramente le parole chiave vanno perfettamente a braccetto con le mappe mentali.

Non è indispensabile utilizzare le stesse parole usate nel testo o dal professore.
Ognuno di noi ha un suo modo di sentire, vedere, di assimilare la lezione e l’argomento, quindi anche le parole chiave possono e devono essere assolutamente personali.

Siamo talmente abituati a leggere libri, testi, racconti che siamo portati a scrivere descrizioni come appunti, invece che parole chiave, io non ne sono immune!

Insegno come studiare nel migliore dei modi eppure, quando iniziai a girare i video per il mio corso on line, mi preparai tutto ciò che dovevo dire.
In fondo la versione precedente era totalmente scritta, ed era piaciuta molto, quindi decisi di continuare. Scrissi pagine e pagine di testo “… tanto se cambio qualcosa non importa!
Buttai via 2 settimane di lavoro prima di rendermi conto che..  ci ero cascato!
Leggevo e recitavo!
Leggevo miei testi, cose che avevo scritto, ma nei video si vedeva che recitavo e … mi ritrovavo a buttar via interi spezzoni, ore di girato inutili, perché non ripetevo perfettamente quello che avevo scritto!
Che imbecille!
Mentre studiavo il testo di una lezione, che conoscevo perfettamente, mi resi conto che stavo facendo un’idiozia!
Buttai tutto, scrissi una serie di parole chiave, di punti che dovevo toccare ed approfondire e da allora ho in rete tra corsi e video su Facebook e YouTube, oltre 200 ore di video.

Quando conosci una cosa, quando l’hai imparata, hai solo bisogno di un aiutino, una chiave, una parola chiave che apra la porta a tutto ciò che hai studiato … anche se lo hai fatto con leggerezza!

 


 

Altre risorse:

Le parole chiave vanno di pari passo con il prendere appunti e la costruzione delle mappe e qui c’è molto da leggere ed approfondire per imparare a trovarle ed usarle:
Blog Tecniche di studio oppure il mio blog personale

Un paio di video dal mio canale Youtube: