Ricordo che non pochi studenti piazzavano sul tavolo del professore i registratori, per poi ripassare anche a casa ciò che era stato spiegato durante la lezione. Una cosa che però pochi facevano era quello di organizzare direttamente gli appunti!

Partiamo dal concetto che è assolutamente impossibile ( oltre che inutile) scrivere tutto ciò che dirà il professore, quindi la cosa da fare è scrivere degli appunti relativi alla lezione ed a ciò che viene insegnato. Appunti presi sulla base delle parole dette e dall’esperienza di ognuno di noi.

Un buon metodo è quello originariamente ideato da Walter Pauk delle 6R e più conosciuto come “metodo Cornell” dalla Cornell University.

Le 6R perchè:

  • Record ( registra)Appunti metodo Cornell
  • Reduce (schematizza)
  • Recite (esponi)
  • Reflect (rifletti)
  • Review (ripassa)
  • Recapitulate (riassumi)

Il metodo richiede un foglio tipo A4 diviso come nell’immagine.
Gli appunti durante la lezione saranno inseriti nello spazio più grande ed in base all’importanza, più o meno vicino allo spazio più piccolo a sinistra. Una volta terminata la lezione, si procederà a riassumere con parole chiave o semplici concetti scrivendoli nella parte più stretta a sinistra. Ultimata questa fase, nello spazio in basso, sarà sufficiente scrivere una descrizione della lezione svolta.

Compilando un foglio così per ogni lezione, ben presto si avrà a disposizione un folder completo dal quale recuperare gli appunti. Ideale sarebbe ricordare a memoria le parole chiave inserite nella colonna di sinistra o creare una mappa della materia utilizzando la lezione come uno degli argomenti/rami della mappa.

 


Altre risorse:

Forse può esserti utile capire “come studiare un libro universitario senza perdere tempo” un articolo del blog di tecniche di studio che più chiaro di così, non è possibile!

 

E ancora un paio di video dal mio canale Youtube:

Social Media Icons Powered by Acurax Web Design Company