Cosa sono i metodi di studio

Ogni studente utilizza un metodo di studio!

Ogni studente ha un proprio metodo di studio, anche se, molto spesso, è un metodo comune, generico, che si porta dietro dalle elementari.
In quei tempi, a quell’età, con ciò che doveva studiare, andava benissimo, ma ora che le cose si fanno complesse, mostra tutta una serie di difficoltà!

Potresti ribattere che non è così che ora studi in modo diverso, ma la verità è che sei tu ad essere diverso e con il tempo, le cose che studi sono diventate, sono sentite, come più serie … forse, per il fatto che hai smesso di risponderne a delle maestre ed hai iniziato con professori e qualche genitore!

Cerchiamo di capirci.
Ogni studente delle elementari che debba fare dei compiti a casa, aprirà il libro e svolgerà esercizi o leggerà, ricordando la lezione assegnata. Thats all!

Anche se è ciò che studia è molto diverso dagli argomenti di un laureando, non dimentichiamo che è un novello studente, non un esperto con anni di classe e compiti alle spalle. Ciò che studia è nuovo ed anche se riceve facilmente degli aiuti, dovrà comunque ricordare la lezione ripetendola adeguatamente quando interrogato.
Ma non ha problemi, le cose che legge le ricorda abbastanza bene.
Le cose da studiare sono semplici, e spesso, non eccessivamente impegnative quindi la memoria a breve e medio termine risolve qualunque problema.
In fondo, studia un giorno per l’altro, al massimo due!
Se studia qualcosa una settimana prima di essere interrogato, lo fa perché gli piace l’argomento, quindi non ha problemi a ricordare. Non sta studiando, sta leggendo qualcosa di interessante!

Nell’arco del tempo, cosa cambia?


Qual’è la differenza nel metodo di studio tra uno studente delle elementari ed un universitario?

Oggi come oggi, come studente avanzato, che tu sia universitario o liceale come ti comporti?

Lo studente delle elementari, quello che ha appena messo piede nel mondo della scuola, legge e ricorda.
Lo studente avanzato, dal liceo in su… legge e sottolinea, a volte prende appunti (costruiti nell’unico modo noto, appunti schematici e lineari, come un sommario).
Ricordare non è semplice come prima, anche se le basi sono state costruite, se la facoltà, l’indirizzo è stato scelto e non obbligato, rimane il fatto che tutto ciò che studia deve essere fatto con largo anticipo e la memoria a breve termine perde qualche colpo!
In fondo lo studente è cresciuto, gli interessi sono diversi, non si limitano al correre a casa a guardare i cartoni o giocare con i pupazzi ma spaziano dallo sport, agli amici, le relazioni.
Lo studio è diventato impegnativo e qualcuno afferma che “studiare non è per tutti, è difficile ma i risultati si ottengono solo così!” … sai che sono cazzate vero?
Studiare è per tutti, ma se lo fai come se avessi 10 anni, cosa vorresti ottenere?

Studiare, limitandosi a leggere, ripetendo, sforzandosi fortemente di ricordare(?), prendere appunti o riscrivendo ex-novo libro o lezione, significa tentare di ricordare!
Ma, qual’è lo scopo?
Imparare, apprendere o ricordare le informazioni per dare un esame/interrogazione?

Quando impari realmente qualcosa, non studi!
Ti immergi in un argomento. Lo vedi, le nuove informazioni, sono oggetti, concetti, fatti, che si aggiungono ad altri concetti, fatti creando strutture complesse nel tuo cervello. Di certo non avrai bisogno di ripetere parola per parola ciò che c’era scritto sul libro, con il rischio di fare scena muta perchè ti è sfuggita una frase!

Lo scopo dei metodi di studio, è di costruire le basi a cui collegare le informazioni, è di organizzare i tempi di studio per sfruttare i cicli mentali, è di imparare a prendere appunti sfruttando la nostra innata cretività!
A volte potrebbe servire un aiuto mnemonico, una tecnica di memoria, per ricordare un nome, una data, un codice, ma i certo è molto diverso che studiare limitandosi a leggere nella speranza di ricordare e passare l’esame!
Studiare sfruttando validi metodi di studio, significa sapere le cose e non è di certo un esame che può impensieriti!

Una delle cose che mi ha sempre stupito è che imparando a studiare, applicandosi per imparare, anche le materie più odiose diventano interessanti, finendo per studiare facilmente anche quelle.

 

Oltre a quello che trovi in questo sito e nel blog delle tecniche di studio, ti consiglio il mio manuale “Basta Studiare”.
Lo ammetto, non è la mia opera migliore (tra poco ne uscirà un altro) ma se io continuo ad usarlo per recuperare le informazioni, ti assicuro che per qualunque studente può essere oro!
Nel libro trovi i metodi e le tecniche divisi per classi, dalle elementari all’università!

 

 

 


Approfondisci con i video da YouTube: